Chirurgia

La chirurgia della bocca và dalla semplice estrazione a trattamenti complessi. Il team si avvale di professionisti che dedicano molto della loro formazione espressamente alla chirurgia.

La malposizione dei denti del giudizio è la più comune patologia trattata chirurgicamente.

Il trattamento chirurgico sulle gengive è un altro di quei tipi di intervento comuni; esso viene effettuato sia per recuperi da malattia paradontale (infezione tra dente e gengiva), sia per trattamenti protesici come allungare i denti corti o per trattamenti estetici come quando sorridendo si evidenziano denti corti e molta gengiva.

Il chirurgo orale esegue estrazioni dentali semplici o complesse, rimozione di denti inclusi, semi inclusi o di radici e residui radicolari, denti soprannumerari, asportazioni di cisti o piccole neoformazioni epulidi, mucoceli, odontomi, ipertrofie ed anche la cosiddetta apicectomia, l’asportazione cioè, per via ossea, dell’apice radicolare del dente in preda a processi infiammatori irreversibili non più trattabili per via ortograda (devitalizzazione e ritrattamento endodontico).

Il livello di difficoltà aumenta quando il chirurgo affronta interventi a scopo preimplantare come quelli di rialzo del seno mascellare, ricostruzione ossea con osso e membrane eterologhe, innesti ossei con osso e/o membrane sintetiche o trapiantato dallo stesso paziente (graft), distrazioni di porzioni d’osso, espansioni ossee.

È giusto condividere...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin